29 gennaio 2020
Cadempino 302
Edilizia commerciale non solo prefabbricata.
Scoprite dettagli e particolarità di questo nuovo edificio.
Edilizia commerciale non solo prefabbricata   

In genere non si può certo affermare che nel nostro Cantone l’edificazione amministrativa – industriale commerciale sia di elevata qualità e con contenuti architettonici apprezzabili. È purtroppo un proliferare di capannoni prefabbricati in calcestruzzo il cui aspetto architettonico risulta essere un tema marginale se non addirittura inesistente, senza poi volersi addentrare troppo in argomenti quali l’inserimento ambientale e la funzionalità.   

Indubbiamente troppo poco approfondito risulta essere il tema legato alla scelta dei materiali. 

A fine vita i capannoni vengono smantellati generando metri cubi di calcestruzzo da depositare in discarica o, nella migliore delle ipotesi, da riciclare. Dal profilo ambientale queste opzioni non rappresentano certamente soluzioni ottimali. In questo momento, in cui il rispetto per l’ambiente ricopre un ruolo di grande importanza, si auspicherebbero scelte maggiormente consapevoli a livello di funzionalità, ecologia ed estetica. Riteniamo inoltre che collocare un ufficio o uno spazio commerciale all’interno di uno stabile esteticamente interessante sia certamente più appagante rispetto ad uno spazio situato all’interno di uno stabile anonimo e poco curato. A questo proposito tuttavia si inizia forse a percepire qualche segnale positivo.
Un esempio: lo stabile amministrativo commerciale multipiano denominato Cadempino 302 situato a Cadempino, unifica due soluzioni costruttive che, a nostro avviso, rappresentano un’evoluzione attraverso la ricerca estetica e l’impiego di materiali specifici con conseguente riduzione di volumi e consumo energetico. 

I risultati degli studi effettuati per questo progetto sono sicuramente positivi e riconfermano come l’approfondita ricerca combinata con l’innovazione porti dei vantaggi sotto vari aspetti.   
Ecco alcuni dettagli caratteristici dello stabile Cadempino 302: soletta Slim Floor mista acciaio – calcestruzzo che permette di ridurre gli spessori e sfruttare al meglio le caratteristiche dei materiali; facciata ventilata in lamiera d’alluminio che crea una schermatura completamente isolante abbinata ad un’intercapedine ventilata che stabilizza l’apporto termico. 

Nonostante queste soluzioni non siano certamente una novità nel campo delle costruzioni in Ticino, sono purtroppo poco applicate nell’edificazione di stabili commerciali. 

A questo edificio, con posteggio interrato e 3 piani in elevazione, si è voluto conferire un aspetto estetico esterno curato applicando una razionalità costruttiva capace di minimizzare gli spessori e gli ingombri di solette e travi portanti, migliorando di conseguenza lo sfruttamento degli spazi interni. Con questo redazionale vorremmo semplicemente creare uno spunto che favorisca l’impiego di soluzioni finalizzate a migliorare il processo costruttivo edile e l’utilizzo degli spazi.   

Per la realizzazione di questo progetto si è voluto considerare diversi aspetti capaci di andare ben oltre al risparmio economico immediato. 

Sono state adottate soluzioni in grado di conferire un valore aggiunto e, tutto sommato, durabilità alla struttura. Non si tratta certamente di una costruzione classica o standard considerando che il suo fine ultimo rimane quello di offrire spazi commerciali in affitto: tuttavia, potendo scegliere, risulta certamente più attrattivo un edificio funzionale e di bell’aspetto.       


Di Ing. Pier Giorgio Rossi, Officine Ghidoni SA
Imvedo SA — Via Industria 8
6814 Lamone — Svizzera
T +41 91 604 20 29
info@imvedo.ch